Al mercato

vendo pannocchie al mercato
nell’ora di punta ho piazzato
ventidue sventole mozzafiato
e una dozzina di banderuole

vendo spille e bottoni
strascichi di stoffa
reduci da matrimoni e comunioni

sono il giullare di corte
sono la botte con il vino buono
spillato da quella leva: la più longeva

quando viene sera mi rattristo
non trovo pace se mi corico
senza il profumo tuo che mi conquista:
eccedo in residui alcalini e bevande non proprio da francescani

domani è festa
domani mi sveglierò con il mal di testa…

 

 
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.