Alberi

mi sento in forma questa mattina
infilo l’ironia sul paesaggio dalla porta
– quella a vetri
rimanda la sagoma della grande ombra verde

impegna…
come un fardello che abbia già dato tutto e sia ora
il benvenuto –

m’inquieta la naturalezza
una giornata splendida;

dal futuro del grande albero una foglia
di sottecchi
muove all’addio

spaventosa gira e rigira su di sé:

quel modo dunque il distacco?
inabissa nel giorno, di già! – quale inganno compie
agli occhi dei migliori…

avanzo tra frutti che ancora maturano e quelli?
inermi;

mi scuote il silenzio dell’eterno
un piede una mano appena…

mi scuote il vento che s’inginocchia
l’impassibilità dei tronchi, così certi
la partecipazione delle fronde prima della bonaccia
che le infiacchirà

come non fossi io, solidale…

 

Angela Fragiacomo – 15.07.2014

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

2 comments