Arrivederci amore

La storia di chi ama
presuppone una lama
che recide.
La mano tua m’uccide
coprendo di carezze
anche l’ultimo saluto.
Arrivederci amore
non avevo alzato il gomito
quella sera…

Poi,
giunse il giorno troppo in fretta:
le ultime luci dei lampioni
mi guidarono
verso nuove emozioni.
Ora sono sui cerchioni
e gonfio le giornate
con chili di corallo.
Ballo questa milonga
e sporco la mia vita:
ballo e questo stallo di tempo
rimane appeso ai miei perché.

 

21.03.2010
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.