Aurora

indossa
una maglietta calda, camomilla
– non dire, già so –
cammina, avanza lungo la via che inerpica a Est
arranca battelli di vele e sorgenti, e pure
dal basso
entusiasmi puerili di quelli
che fanno a botte la notte sotto i tavoli nei pub

nascenti
come rovi da rose
corvi da spose
amari di luppolo

fino a dire
anfitrioni di numi, generosa
– non l’avresti fatta bambina –
uggia ch’esplode a pioggia su cordoli arrugginiti
cova
spoglia d’uno qualunque
la postura

è un porre rimedio, l’alto passo dell’airone
dove muore il getto dell’acqua
e radica

di nervature selvatiche

materna come una figlia,
si fotte il cielo

 

Angela Fragiacomo – 01.03.2014
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.