Author Archives: Aldo Bilato

Autunno

bella rimani
anche se il tempo spazza
foglie dal tuo quadrante
con ritmica lentezza …

1.9.2011
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Quello che di te non sanno

è che sei bella
sei terribilmente bella

la sola!

si dice così ogni volta
vero?

questa è la canzone giusta
questa è la sbronza rivelatrice

dopo il tramonto
gli occhi si fanno più piccoli

fessure!

come sei bella
l’immensità è in questa stanza

circoscritto l’odore
l’inesistente dimentica

bella!

ho bisogno di te
naturalmente altrove…

15.12.2012
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Liguria

Che meraviglia questa terra:
lingua sospesa tra i miei costoni
ed il mare a riva

che meraviglia questa mia terra:
lembo d’appartenenza
limbo in dissolvenza

passaggio di predoni
ormeggio d’altri colori:
gioie, dolori, calma;

sapori buoni di poco
e del niente che di noi rimane.

19.9.2010
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Dissociarsi

Bisognerebbe dissociarsi dalla perfezione
lavarsi i denti con meno dentifricio
“inusitare” l’uso della televisione

bisognerebbe fermarsi all’ultimo semaforo
quello con luci al neon sempre accese
fare una sosta prima dal giostraio

bisognerebbe calmierare il prezzo del pane
sostituir lucciole a lanterne: aprire gli occhi

ci si potrebbe rimboccar le maniche, incominciare
a scavar trincee tutt’intorno a questo manicomio

bruciare sul rogo le immagini più belle: chieder perdono
a tutta quella gente che ha avuto in dono il non avere niente.

26.8.2010
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Trentottesimo parallelo (la divisione)

Sicuramente non tu:
lo so.

Potrebbe esser
quel fiume ch’è esondato:
rigagnolo di vetri, rio malato.

Il fiore che hai reciso
aveva già
il capo reclinato.

1.8.2010
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.