Author Archives: Aldo Bilato

Da quale pulpito

Benson – Donna alla finestra

Uno scarto di pensiero laterale
cede al profondo.
Al fine d’avere ruoli decisivi
le membra si appellano al tribunale vigente.
Non si era mai vista una raccolta di voti così copiosa da parte dei sottoposti.
Nessuno aveva domandato
nessuno aveva raccolto.
Le finestre raccomandavano ai balconi circospezione…

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Noi

Séverine Pineaux – À jamais, 2005

Ho manomesso le forme.
Quando sarà
le spargerò ovunque.
Le tue
le mie
quelle dei nostri cari.
I morti non comprendono:
hanno il loro bel daffare.
Noi, ci cibiamo di noi!

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Perdersi

Martina Troise – Le acciughe fanno il pallone

Acceca il sole e il pianto
questo mio modo d’averti
è commovente il cielo
che dà una mano a sostenerci.

Le femmine vivono in branco
nessuno apparecchia la sera
si cena e si confondono
le estremità pensanti.

Al tuo posto
un rigagnolo rosa…

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Morte e ipocrisia

Dal web

Mi maschero
piango e rido.
Esco
cammino
mi avvicino.
Non incontro nessuno.
Ci sono migranti nella neve,di notte, rischiano il congelamento se non ridono non si vedono.
Riconosco il valico e mi apposto con cibo medicinali e abbigliamento adatto al caso:
fa freddo, soprattutto quando si deve tornare indietro…
Sono come la pece spalmata sottocutanea: brucia!
La concorrenza è sleale
oltre confine non ascoltano
non accolgono, ci hanno lasciati soli…non tutti però, alcuni hanno portato i cani…
Ce li siamo mangiati!

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Col cavolo

Renato Guttuso – Cavoli sul tavolo rosso, 1942

Tre gambe d’un tavolo
intorno al cavolo.
Fonetica estetica
ritmica metrica.
A volte il non senso
ha più credibilità.
Certo è che t’amo:
la puzza di cavolo però…

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.