Category Archives: poetry

Vita/a fine corsa…

Affumichiamo api per raccogliere
– smielando
percorsi da fiore a fiore

Chissà se ci saremo ancora
– svelando
vicissitudini al pensiero

Ladri d’identità a vendere
– spacciare
sacro o profano per vero…

6.3.2013
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Innamoramento

in quanta ragione mi perdo
barattando la voglia d’avventura
con un apriscatole ed un cerino

-tutti accessori che mi servono
per circuirti
per aprirmi

ci siamo conosciuti al buio
del comun destino

vieni
ti faccio lume…

28.2.2012
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Angeli nudi

Un canto ha evidenziato
paura d’uscire dal proprio
incanto
dalle ragnatele che avvolgono il lato oscuro
Ci sono angeli nudi
sacrilegi
e novantanove passi
per compiere l’ultimo
il centesimo che ci serve
per elemosinare dio

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Fatti a mano

Sapremo essere forti il giorno
in cui laverò piatti, distrattamente ma bene
e tu
scriverai per me una fiaba

quella
a vista sul giardino
sotto il pergolato viola

sbuccio mele
attenta
l’inverno spolvera prati di zucchero a velo
e la torta in fresco non deve invecchiare

*
Porta il regalo ai bimbi
loro non sanno e non devono sapere
delle mie lacrime, i tuoi sospiri

godranno gli anni, fatti a mano
saranno nostri i sentieri d’argilla

e ricorda
la camicia bianca sui tuoi occhi chiari
sai che l’amo
quella…

2012
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Concettuale

Indagando la natura

– falsa pietra litografica
sottile e penetrante:
sposo tutti gli stili
purché ci sia un filo conduttore.

Tre tagli in una tela
molta profondità:
agire – subire
il fascino dei retrobottega
il mondo dei paludati.

E qui mi spunta l’ironia…

Vuoi dirmi che senso ha
lo statico parcheggio del peccato “?”
come se Newton non avesse notato
che era ancora verde e non doveva cadere.

C’è sempre chi tende a sottrarre
e chi benevolmente ci arricchisce
– ti amo –
la maggior parte delle parole
sono da scartare…

13.1.2013
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.