Category Archives: Aldo’s poetry

Autunno

Edward Hopper – Rooms by the Sea, 1951

Dimmi dimmi dimmi
se sei chiusa per me

le mura sono troppo alte
la pace dipende dai forconi

sotto i bastioni le membra
e il liquame: figli della battaglia

dimmi dimmi dimmi
se hai cosce spalancate

gettito d’urina
fermo posta per le vacanze

l’estate torna
tu hai promesso
e nel bicchiere verso
la malinconia.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Troverò il modo

by Aldo – Imperia

c’è sempre qualcuno
che incespica
e ti viene a cercare

te ne stai lì
a guardare l’orizzonte sopra i tetti, la nebbia, il mare, ma…

c’è sempre qualcuno che ti viene a cercare

a scandagliare il vissuto
il tempo che ti rimane
e ti proietta nelle sue aspettative…

troverò il modo

troverò il modo
di dispiacermi di voi
di voi che sapete

troverò il modo di non farvi male
voi che mi pensate costantemente:
la mente…

troverò il modo di annodarmi
al collo una scialuppa di salvataggio
pensandovi intensamente

salpando l’ormeggio.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Dirà le sue ragioni

Claude Monet – Camille Sitting on the Beach at Treville, 1871

dirà le sue ragioni dopo

dopo aver acceso il fuoco
controllato le emozioni
messo a letto i figli, spolverato

dirà le sue ragioni dopo

dopo che la neve si scioglierà
e la gatta sbuffando indispettita
apparecchiata per la cena…

dopo

c’è sempre un dopo
al sorgere del sole
allo stupro dell’abisso
alla provocazione
alla demagogia…

e dove va questa folata di vento
che le scompiglia i capelli?
quando si salveranno le palme
dal punteruolo rosso?

dopo

dopo, dirà le sue ragioni
solo dopo aver condiviso
aver carnalmente inciso
su questa rotta tradita…

è bella e non può esser così sola
così fragile, così forte…
non può essere il niente
non può essere il tutto:

esiste il vuoto.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Da singole cellule (la vita)

Pablo Picasso – Il bacio, 1925

Da singole cellule
un apparato radicale

ogni singolarità di genere
ritrova a sua insaputa il generato
rispettando le dinamiche
che attirano gli impollinatori

i petali profumano
il cristallino affascina
le rotondità attirano
e per fortuna, si muore.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

La donna del marinaio

by Angie – You, Oneglia Porto (IM) 2019

ho camminato tanto oggi e sono stanco e sono dolorante

domani farò di più
per essere più stanco e meno dolorante oppure uguale

non mi riguarda il dolore fisico
non mi comprende così tanto da preoccuparmi

quello che mi preoccupa sei tu
tu che sei fragile
bagnata come un pulcino
appesa a funi sfibrate e lise, corrotte dalla salsedine
tu
donna d’un marinaio
perennemente in tempesta.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.