Dov’è la miseria!

dov’è dov’è
la miseria della piastrella se non nel confine che delimita,
e separa? – Lei,
unica
dimora d’un piede alla volta;

l’alba ha nuove luci da presentare
forme da rivelare
ansimi non detti. Forse
le mancherà il tempo…

forse
disperde il vissuto come grano non colto,
l’accoglie in grembo
per far vanto alla vita

– potremmo essere felici
seppellire le parole –

toh, le mie gambe!
le mie gambe circospette! le più belle! le più
silenziose…

così care, nemmeno sanno d’essere…

 

Angela Fragiacomo – 17.08.2014
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.