Incisa

Zeno, Perseo, il filo d’Arianna

ora scopro – sgomenta – che è straccia la mia carta
ora comprendo – sconfitta – che nasce dentro e muore così
quel non so “cosa”

e io sono terra
e germogli tratti;

decisioni irreversibili all’infuori del mio nome
– posso – un cerbiatto bianco?

Machiavelli – l’acqua torbida
misericordie
le mie

il mondo mi contempla?

e sono marmo
e vengono e si perdono
le mie speranze

 
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.