Mi si perdonino gli occhi

Sara Stefanini - Luccajr

Sara Stefanini – Luccajr

Mi si perdonino gli occhi
le orecchie l’olfatto e tutti
i sensi a sensazione scoperti.
Il fatto è che non ci sono:
non ci sarò mai.
Piuttosto il sogno o la menzogna
le lotterie, le elezioni presidenziali
il padre nostro che sei nei cieli
l’isis, l’irpef, l’acne giovanile
e le tue cosce bianche all’arenile
lambite dal granchietto stupidotto.
Piuttosto morire
piuttosto la carne alla brace
cancerogena:
quindi la fine.
Io non ci sono amico mio.
Non solco con te lo stesso tuo sentiero
non voglio più gareggiare a chi sputa più lontano
mi pulirò il deretano con la cera
cosicché rimarrà lo stampo
del meglio che in vita ho prodotto: piantato.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.