Muto e sdraiato davanti agli ospiti

cerco una parola nel bagaglio
nel bagagliaio dell’auto che mi precede;

noto (dove abbonda il tempo)
che la base del crocefisso è un po’ consunta
l’ombra fissa al suolo
ci gira intorno

guarda – penso a una bufala –
mani bianche
non lo trovi buffo? solo, non mi viene in mente niente…
– mi fa male la testa

pencolano firme
sul filo dell’esistenza

la partecipazione effimera della polvere sul comodino
mi commuove
– cosa conto in questa ora greve? dove mi pongo a non dar peso?

queste
le tue spoglie?

conosco appena
aldilà delle convinzioni
il nome orribile delle cose

la giustificazione al cappello
prima di andare
– è questa l’ora…

 
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.