Memorie


Jackson Pollock – Ritratto e un sogno, 1953

Da lontano.
La scheggia di uno specchio mai visto rompersi:
una stanza di sicuro, poi – o prima –
un corridoio attiguo, buio, senza finestre.
Più vicino
e senza alcun annuncio: capelli
Capelli capelli
nella mani nelle bocche
nell’ingranaggio dell’auto da corsa.
– Era da corsa? E di chi?
Che importa, ora così vicino…
comunque grovigli, e urla e piedi
in calze, lanciati in folle.
C’eravamo tutti: tutti quelli che il caso volle
come fiammiferi nella scatola
da consumarsi.
I vivi e i morti.

Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Da singole cellule (la vita)

Pablo Picasso – Il bacio, 1925

Da singole cellule
un apparato radicale

ogni singolarità di genere
ritrova a sua insaputa il generato
rispettando le dinamiche
che attirano gli impollinatori

i petali profumano
il cristallino affascina
le rotondità attirano
e per fortuna, si muore.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Strane parole

Alexander Milov – Love

Strane parole
Slegate
Come binari morti
Mai percorsi, o troppo

Escono
da bocche sincopate
– le parole
Irriconoscibili. Rinunciabili.

Ti volevo solo dire che ti amo.
Non volevo ascoltare altro.

Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

La donna del marinaio

by Angie – You, Oneglia Porto (IM) 2019

ho camminato tanto oggi e sono stanco e sono dolorante

domani farò di più
per essere più stanco e meno dolorante oppure uguale

non mi riguarda il dolore fisico
non mi comprende così tanto da preoccuparmi

quello che mi preoccupa sei tu
tu che sei fragile
bagnata come un pulcino
appesa a funi sfibrate e lise, corrotte dalla salsedine
tu
donna d’un marinaio
perennemente in tempesta.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Poesia anziché no (ritorni…)

by Angie – Tramonto, Oneglia (IM)

D’un tratto, ricordi? – ch’io ricordo –
gli occhi cercar fortuna
Tra un rigo e l’altro

Tu, io
Poi erano gli altri
Gli altri, sì
Quelli dalla bellezza facile ed estrema
Senza mani
Incapaci d’afferrare l’abisso
Di una nota

⁃ Quelli d’un tanto al chilo

E l’abisso? – dici
Già! L’abisso – ho detto bene
Non quello capriccioso, no…
Ma gola
come d’usignolo

Io vedo mare ovunque, e tu?

Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.