Tag Archives: poesia

Sul molo

passo dopo passo fiondano emozioni
spumeggiano le onde

cioccano i pennoni esposti al vento
ti stringo

escono a salpare i pochi pescatori
è già mattina

sbuffano i comignoli colmi di sentimento
dai tetti di marina

e luci nella stanza

 

17.9.2010
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Muto e sdraiato davanti agli ospiti

cerco una parola nel bagaglio
nel bagagliaio dell’auto che mi precede;

noto (dove abbonda il tempo)
che la base del crocefisso è un po’ consunta
l’ombra fissa al suolo
ci gira intorno

guarda – penso a una bufala –
mani bianche
non lo trovi buffo? solo, non mi viene in mente niente…
– mi fa male la testa

pencolano firme
sul filo dell’esistenza

la partecipazione effimera della polvere sul comodino
mi commuove
– cosa conto in questa ora greve? dove mi pongo a non dar peso?

queste
le tue spoglie?

conosco appena
aldilà delle convinzioni
il nome orribile delle cose

la giustificazione al cappello
prima di andare
– è questa l’ora…

 
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Un personaggio scomodo

il mio amico è un giardiniere

ricama la natura, perdendosi
tra una buganvillea e un bicchiere

il mio amico è un personaggio scomodo
e io con lui
a bere
a osservare

cosa ci sia di meglio da fare
in questa città
a quest’ora
nessuno lo può dire…

sono l’amico suo
lui
l’attimo
che attende tutte le sere
il mio ritorno

ci si ricama il giorno
in coltri appese al freddo
ci s’infeltrisce

immaginando
primavere e sogni
che

– da troppo tempo ormai
non germogliano
a dovere…

 

Aldo Bilato – 11.02.2012

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Partire è una buccia di banana grossa grassa scivolosa

Sara Stefanini - Cartolina

Sara Stefanini – Cartolina

Ho scritto mentre dormivi
ti sei svegliato e ho continuato
a scrivere nella mente

Ho scritto mentre pioveva
ha smesso e ho continuato
a scrivere sul vetro nella mente sulla mente
sulla palla di vetro, dentro –

Ho scritto perché
non volevo partire, bisognava partire
partire è una banana
grossa grassa scivolosa
– entrare scalzi in un pollaio –

– farla tutta nelle mutande – perdere
i freni inibitori quando sei solo e non serve.
L’acqua in fondo alla bottiglia che non esce
t’illude rovesciandosi a fiotto, poi rimane
lì a prenderti in giro –

è avanzo che nessuno vuole
è ansia che si fotte
l’amico che si fotte
l’amica, e non sai da che parte stare

partire
partire è prendere le misure delle distanze
è perdere il treno mentre nevica
è il postino la domenica
mattina per la raccomandata
è la cresima di tuo nipote il giorno della partita
la scarlattina il giorno dell’appuntamento
la candida il giorno della monta –
è il buco nel sacco dell’umido
in auto, sotto il sole –

Ho scritto mentre dormivi e partivo
mentre mangiavi e partivo
mentre morivi e partivo
mentre morivo e morivi
partivi…

e questa è un’altra storia
di bucce di banana, grosse grasse scivolose
un po’ come credere
che sia finita
che sia iniziata
o solo mutazione

 
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Propongo una riflessione

azzanna la costina di maiale
si pulisce la bocca con un bacio
comportamenti strani se si pensa
che sono solo le tre del pomeriggio
se si pensa che si sono lasciati
dopo trent’anni di matrimonio, con un “vai a farti fottere” reciproco e ben augurante…

 

 
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.