Tramonto

Qui, solo ricordo.

Andrò dove mi attende un porto
di mare rappreso
in una notte di quarzi – e remi alabastro.

Non assenza
ma culmine di scrosci
in un punto a fuoco – invisibile agli occhi;

sulla grande via – nei secoli.

L’assoluzione di compiti avrà assoluzione?

Sul tavolo in marmo
farà fede il segnalibro nel diario di bordo – a metà
di un’opera – redatta a mano
da una pietra di terra;

qui, solo stanze dunque – denudate dal sole
nomi in un sillabario con copertine di cuoio;

l’essenza del tempo – che scorre – in quel dove
non è quadrante
né lancette
piuttosto un risveglio

un adagio di membra, prive d’attesa.

Mancheranno i tuoi baci, all’anima?

2013
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.