Category Archives: poetry

Nowhere (without you…)

non c’è spazio
non occorre spiegazione che dia il via – dico che non c’è spazio
mi parlano di guerre lontane
avranno pareti di altro colore, laggiù
non cambiano i rapporti tra le cose – bada bene cosa dico: non c’è spazio
non c’è giogo né attrito, non si muove
si muore anche a Ovest
l’azzurro ha scolpito il cielo
sull’isola di Wight
ci sono more color vino e l’odore dei cedri inebria il suolo
e se dico che non c’è spazio
mi devi credere
il bisogno di silenzi puntualmente disatteso
brani e voci d’altri timbri
lo sciabordio dell’onda allunga gole fino ai fianchi
gli istanti sono eterni, aggrappati alle fronde di peri maturi
non c’è fame che duri oltre il primo morso
serpi amiche e nessuna logica a condurre il filo
non c’è spazio
dirai un buco clandestino
anche il tempo è un inganno – dirò al primo approccio
un castoro rosso avvistato nudo e scalzo
ché non c’è spazio – nessuna garanzia d’un precoce addio
in questa contea – in questo spartito
di sole e chitarre

25.11.2012
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

In altro luogo

in questo porto fluviale
remo sospinto dal ricordo
mentre la nebbia sale

lontano il maestrale
pizzica ancora le narici…

22.11.2011
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

L’attesa

sceglie l’abito più bello
assecondando gli spazi nell’armadio
si ferisce
vede la giacca di velluto a coste
che lui aveva dimenticato
lui
quell’uomo alto dalle mani sincere
ed una verruca nel cuore

si versa da bere e attende
cosa pretende ora…

il sole ha le sue motivazioni
ma
non infierisce
regala l’ultimo abbraccio a fiori ed esche
taglia di traverso le prospettive
ed i propositi
spuntando dietro le case
all’improvviso

21.11.2011
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Dell’universo e dei confini

respiro che non sosta in angoli
muta pendenza
attende piedi
sposta argini come foglie al vento

andremo a cercare parole di luna e sole
– così vicine da non potersi guardare – estreme da non sembrare

deve scaldare – dice

semplice – suggerisce
con la punta del naso

capace di radicare un bosco al suolo
– su una barchetta di legno agitando lo specchio

11.2012_rev 2021
Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

 

Dalle ombre al buio

È sempre più fioca la luce.
Dalle ombre al buio
usciremo come dalle caverne.
E le mani si uniranno
in masturbazioni di eventi
perché godranno i popoli
e le menti.
Gesù si ritaglierà il suo spazio
tra Che Guevara e Lady Gaga.
La Madonna non sarà più bestemmiata
perché la donna ritornerà ad avere la coda e gli artigli.
Ed è così che il mondo riprenderà a respirare
nonostante i virus e le lotte intestine per il bene comune.
Tutti passeremo dalla notte al buio
in un susseguirsi di rialzi di borsa
monete binarie e binari in disuso.
Navigheremo in tempesta
ma non ci saranno più terre emerse ad accoglierci.
Il Bla Bla Bla
farà eco nei secoli.

Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.