Ma come?

Ma come,
non senti il rumore dei passi
nel tuo cortile
la notte;

non vedi l’ombra che piange
nel tuo fienile
nel tuo arenile.

Ma come,
chi vuoi che bussi
così insistentemente
alla tua porta:

chi manda angeli
a interceder per lui
da così lontano.

Scordi
il rumore del mare
e il profumo del vento,
nel freddo gennaio di riviera.

La mia non è preghiera
ma bacio che consuma
amore che riesuma.

Passano ora
ambulanti a vender merce avariata,
di fortuna.

Ci danno modo
di ricavarne il meglio
con pazienza.

23.3.2010
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.