Mamma

Nella malinconia ti cerco,
ricordo.

Un treno in partenza,
io
sotto un lampione,
di questa stazione solitaria
che è la mia vita,
ora.

Ti vedo,
mi vieni incontro.

Ci comprendono
questo cielo plumbeo,
questi rami piegati
dal peso dell’inevitabile
ciclo della vita.

La nostra
ci lascia soli,
ad osservare il vuoto
che non possiamo
più colmare.

E non c’è mare che sconfini
e non v’è amore che delimiti
questo mio cuore infranto,

che un giorno mi donasti,
mamma.

28.2.2010
Aldo Bilato
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.