Patto d’anima

Mi prenderò cura di te
dei tuoi occhi nudi e indifesi
dei tuoi silenzi
dei tuoi mancati abbracci
preparerò ogni cena come l’ultima
con devozione e gratitudine
una manciata di rosaspina
una granseola
Qui, lontano da ogni orizzonte
assaporo note agrodolci di futuri da inventare
mi gonfiano il petto di afflati
inusitati ritmi
gentilezze
Sei sempre tu il mio faro
la roccia su cui posa la mia piuma
il sentiero che ripercorro ora dopo ora
ti amo così tanto
ché tanto mi è dato
e donando
mi rinnovo a te

Angela Fragiacomo
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.